Nomi, cognomi e soprannomi

Sono nata come Federica Doriana Iuso, senza se e senza ma, ma soprattutto senza virgola, perché mio padre la dimenticò. Ho sempre odiato questo secondo nome, non ha mai avuto significato valido nella mia vita. È pesante, e mi ricorda quelle donne di una volta, le zitelle col grembiule. Crescendo sono diventata “Chicca”, per mamma e papà e qualche zia, ma dopo poco divenni “Fedy” perché era più carino e facile da pronunciare. Tutti mi chiamavano “Fedy”, era corto, delicato e io lo accettavo molto volentieri. Alle medie invece comparve “Fede”, come speranza e carità, un soprannome comune, solitamente usato dai miei compagni di scuola. “Fede” era ganzo, era un soprannome nordico e faceva subito unisex e si contrapponeva a “Doriana” o “Dory” quando mi si voleva prendere in giro. Mamma, papà e fratello dal canto loro, hanno iniziato a chiamarmi “Fe”, in modo sbrigativo, estremamente confidenziale.”Fede”, “Fedy” e “Feddi” invece comparvero all’università, con il quale le mie coinquiline mi additavano scherzosamente.
Più recentemente, contro la mia volontà, “Frederica” o “Fed” divennero il mio nome da battaglia inglese, rude e davvero discutibile. Mi sapeva di tenente o colonnello. Infine per le istituzioni scolastiche sono e rimango sempre e per sempre Federica Doriana Iuso, perché sennò, come L’Oreal, io non valgo. Amo tutti i miei nomi, nomignoli, nomuncoli, tutti. Tranne Doriana ovviamente.
Ma in tutto questo, tra tutte le varianti, tra tutte le storpiature e i diminutivi, c’è qualcuno che mi chiama con un nome tutto suo. Un vezzeggiativo amorevole e personalizzato,che è meglio non rivelare, per non perdere credibilità, ma credo abbiate capito di chi si tratta. E io lo amo più di tutto.

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Federica Iuso ha detto:

    Cara Francesca, ti ringrazio molto per il tuo punto di vista e ho molta stima per la tua nonna. Ma ti devo dire che il mio secondo nome è frutto di litigi e cose negative nella mia famiglia. Sono nata e cresciuta con l’idea che questo nome fosse qualcosa di sbagliato. Sicuramente mi sono espressa male deridendolo, ma ti assicuro che era ironico e senza cattiveria. Ti ringrazio moltissimo perché mi leggi e perché forse, qualcosa di quello che scrivo ti arriva. Un abbraccio
    Federica

  2. lafranch ha detto:

    Cara Federica, il tuo secondo nome è il nome della mia nonna, una donna femminista, coraggiosa, che ha messo in piedi e fatto funzionare una banca, partendo da uno sgabuzzino. E quindi a me suona in modo molto diverso rispetto a come lo descrivi tu, molto più audace. E mi piace su di te, perché sebbene io ti conosca poco di persona – ma ti leggo -, posso affermare che tu sia una combattiva, con grandi valori! E allora, dal mio minuscolo punto di vista, te lo vedo molto adatto!
    Un caro abbraccio!
    Francesca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...