Allied: un’ombra “molto” nascosta

Casablanca, Seconda Guerra Mondiale.
Max Vatan (Brad Pitt)conosce per la prima volta Marianne Beausejour (Marion Cotillard) come d’accordo per fingersi suo marito. Scenari sabbiosi e caldi, quelli dove i due finti coniugi trascorrono il tempo che li separa dal loro piano segreto. Una storia d’amore travolgente, dai risvolti inaspettati e drammatici avvolge la coppia in tempo di guerra. No, non vi svelo di più.
“Allied – Un’ombra nascosta” è il nuovo e attesissimo film del regista Robert Zemeckis, che porta nelle sale una pellicola dal gusto retrò e dai costumi pazzeschi.
Di questo film se ne parlò fin troppo nel modo sbagliato: si vociferava che la causa del divorzio Pitt-Jolie fosse una presunta liason tra il bel fusto biondo e la bellissima francese Marion Cotillard. Notizia subito smentita sui social network, prima dalla stessa Cotillard e poi dal marito di lei, il regista Guillame Canet, da cui ha avuto un bambino e ora in dolce attesa.
Ma ritornando al film, qualcosa non mi torna. Nulla mi impedisce di dire che la pellicola è ben strutturata, con una scenografia e dei costumi che rasentano la perfezione, ma c’è qualcosa che non va. Ecco! Brad!
Eh si, è proprio Brad Pitt che non va. Recidivo di film sulla Seconda Guerra Mondiale, l’ex marito di Angelina Jolie questa volta non mi è sembrato molto preso. Sarà stata colpa della maretta che girava in casa, ma la povera prestazione di Brad non è degna di nota: inespressivo, totalmente impostato e anche un tantino finto. Mi è sembrato molto invecchiato, appesantito e davvero molto statico.
Non me lo aspettavo da te Brad!
Non si può certo dire la stessa cosa della sua controparte, Marion Cotillard, che a mio parere, da sola, ha retto tutto il film. Piena di fascino, ambigua, vintage al punto giusto per interpretare una meravigliosa donna degli anni ’40.
Un posto d’eccezione lo occupa il bellissimo abito verde di seta che la Cotillard alias Mariane Beausejour indossa in una delle scene centrali, e che vediamo anche nella locandina del film. I costumi sono di Joanna Johnston, che ha creato i costumi per pellicole del calibro di “Forrest Gump” e “Love Actually”.
Insomma, a mio modesto parere, il regista poteva stupire di più: come si dice, la storia è bella ma non balla.
Il consiglio che vi do?
Andate a vedere “Allied”, è un bel film. Ah giusto, se potete, svegliate Brad, perchè forse è già andato a letto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...