The Danish Girl: commovente

Grigia domenica pomeriggio; sola come un piccolo calzino spaiato in lavatrice; un po’ depressa per via della mia grave condizione di studente fuori sede; evitando come la peste bubbonica il libro di estetica per il mio esame, decido beatamente di rilassarmi con il mio passatempo preferito: vedere un film.
Che scegliere? Un noir? Poliziesco? No…magari una commedia? Ecco! Trovato!
E, non vorrei dire ragazzi, ma ho fatto una scelta pazzesca: The Danish Girl.
Ribadisco qui, che io sono follemente, incondizionatamente, decisamente innamorata di Eddie Redmayne, per cui da adesso in poi i miei commenti saranno pesantemente condizionati.
Vi racconto a grandi linee la trama:
Danimarca, anni venti (e già godo), Einar Vegener, e sua moglie Gerda (si pronuncia Gherda) sono due pittori. La loro vita matrimoniale procede a gonfie vele. Dolcissimo e effeminato Einar, talentuosa e sfacciata Gerda. Per mancanza della modella Einar posa vestito da donna per la moglie, con imbarazzo, ma con vero desiderio nel poter indossare quei bellissimi abiti. Un giorno per gioco finge di esserlo davvero, sotto lo pseudonimo di Lili. Si intrufola in una festa e riscuote grande successo data la sua sofisticata bellezza. Da li in poi la vita di Einar non sarà più la stessa: ha sempre sentito di essere Lili.
Così, dopo varie visite mediche, con il consenso della moglie prima reticente, dapprima si fa ritrarre come donna, poi inizia un percorso di scoperta di se stesso.
Alla fine riesce a sottoporsi alla primissima operazione di transizione di genere nella storia, diventando così la prima persona ad essere considerata transessuale.
Un film delicato, passionale, estremamente drammatico, e poi che dire… Eddie Redmayne! Spettacolare, bellissimo, commovente fino alle lacrime, dallo sguardo dolce e triste al contempo, di un talento pazzesco! E’ riuscito a rendere il personaggio di Einar/Lili assolutamente fantastico. Lo avevo già notato in Marilyn(2011) e dopo ancora in La teoria del tutto (2015). Anche Alicia Vikander è meritevole oltre ad essere una bellezza fuori dal comune. Non posso dire lo stesso di Amber Heard (mogliettina di Johnny Depp)nella parte di Ulla, insignificante.
Il film è stato diretto da Tom Hooper e dopo vari cambi nel cast sono stati assegnati i ruoli definitivi: si pensi che la parte di Einar era destinata a Nicole Kidman e Charlize Theron doveva essere Gerda.
Per chi fosse sensibile, avverto che ci sono scene di nudo integrale, in cui Eddie Redmayne/ Einar, si confronta con il suo corpo che non riesce a riconoscere come suo.
Che dire, io consiglio vivamente questo film e gli do un bel 5 stelle, se ci fosse una classifica.
Negli ultimi tempi, l’argomento più discusso, fonte di evoluzione soprattutto nella moda, meccanismo di rottura nella società tradizionale, è stato il genere. Quindi, per chi volesse approfondire di più l’argomento consiglio di vedere anche Transamerica (2005) con Felicity Huffman.
Ah..sono curiosa dei vostri pareri…

fatemi sapere nei commenti!

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. AleRandy ha detto:

    Un film dolce e raffinato.

    Bravissimo Eddie, ma Alicia straordinaria, supera se stessa, merita l’oscar.

    1. Federica Iuso ha detto:

      Sono assolutamente d’accordo, è straordinaria e espressiva.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...