Ma arriva davvero la felicità?

Ieri sera ero in salotto, in pigiama e cipollotto in testa, a vedere l’ultima puntata di “E’arrivata la felicità”, fiction con Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi su Rai 1.
Ho iniziato a seguirla dopo il suo inizio e devo dire la verità, il cast mi aveva messo l’acquolina in bocca poichè, dopo i due già sopracitati attori, era composto da Lunetta Savino, Giulia Bevilacqua, Caterina Murino, insomma, tutti attori che io adoro alla follia.
Pian piano però, vedendo il susseguirsi delle puntate, la fiction mancava di brio, di ritmo. Mi spiego?
Non so quanti di voi l’abbiano vista, così vi do qualche linea generale sulla trama: Angelica, vedova e con due figlie di sedici anni lavora in una libreria, si innamora di Orlando, architetto, con due figli e abbandonato dalla moglie. Angelica ha una sorella, omosessuale che aspetta un figlio dalla sua compagna, e dei genitori un po’ bigotti; Orlando invece ha un fratello, architetto anche lui, che perde la testa per la segretaria napoletana. Tra tango, pazzie e allucinazioni, i due coronano il loro sogno di stare insieme creando così una famiglia allargata e felice.
La mia teoria è quella della poca armonia: gli attori che ho già citato, che sono attori da 110 e lode, hanno creato un’aspettativa incredibile e forse vedendo il risultato, sono rimasta delusa. Affiancati poi a degli attori inesperti, perdono il brio che dovrebbe in realtà dimostrare.
I dialoghi sono troppo costruiti e mancano di quella leggerezza  e semplicità.
Una cosa che mi è piaciuta? (almeno una, direte voi)
Sono letteralmente impazzita per i costumi e gli arredi, così moderni e colorati, e soprattutto adoravo il personaggio di Nunzia, la segretaria napoletana, interpretata da Simona Tabasco, la Aida di Fuoriclasse. Una risata dietro l’altra!
Lo stampo era un mix tra “Tutti pazzi per amore” e “Modern Family”, ma amando follemente la prima fiction, a confrontarla con “E’ arrivata la felicità” mi si è spezzato il cuore.
Troppe sdolcinature, troppo struggimento, che a confronto le Alpenliebe sono amare. Sinceramente, vedere tutto questo amore ha fatto riemergere il cinismo che da sempre contraddistingue la mia generazione e, si, d’accordo che a volte accade, ma davvero credete che le bugie, gli inseguimenti e le dichiarazioni d’amore salvino una relazione?
L’ultima puntata è stata, a mio parere, banale.
Mi dispiace tantissimo, perchè, da fiction addicted, serbavo molte aspettative su questa serie tv.
Adesso mi chiedo: ma arriva davvero la felicità?

è-arrivata-la-felicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...